Cosa vedere a Salerno: 14 cose da visitare quando sei in città

cosa vedere a Salerno città

Presto, per una vacanza, ti troverai nei paraggi di Salerno. Cosa vedere? Cosa offre questa zona nel sud Italia molto nota?

Salerno si trova in Campania, non lontano dalla famosa Costiera Amalfitana e dal Cilento. Nonostante i turisti preferiscano visitare zone come quella di Capri o Ischia, oppure i piccoli e noti borghi della Costa Amalfitana, anche la città di Salerno è ricca di scorci e siti di interesse che possono conquistare qualsiasi visitatore.

Salerno ha vissuto negli ultimi anni un rinnovo sotto il punto di vista urbanistico e, grazie alla comunicazione via social e ai feedback dei turisti, ha conquistato sempre più notorietà fino a essere diventata meta di interesse al pari delle vicine isole.

In questa guida vogliamo indicare le cose da vedere a Salerno e anche nei suoi dintorni. Lasciati stupire da tanti siti di interesse e conosci un lato, fino a poco tempo fa, poco turistico della Campania.

Breve Storia di Salerno

Salerno si trova tra la Costiera Amalfitana e la Costiera Cilentana e ha alle spalle una lunga storia di mutamenti culturali e invasioni che ne hanno cambiato profondamente l’aspetto. I primi che si insediarono nella zona furono gli etruschi, dal VI secolo a.C.

Da allora, Salerno fu sempre un nodo fondamentale per gli scambi commerciali nel Mediterraneo. Dopo gli etruschi, la città finì nelle mani dei sanniti e poi dei greci. Seguirono invasioni romane, longobarde, normanne, sveve e in ogni epoca vi furono dei cambiamenti sostanziali nella società e nell’aspetto della città.

Durante l’occupazione tedesca e lo sbarco degli alleati, metà Italia era ancora sotto il dominio dittatoriale, mentre il sud cominciava a essere liberato. Si decise di spostare temporaneamente la capitale a Salerno, per ricostruire la nuova Nazione libera dal fascismo.

Dal dopoguerra, Salerno conobbe una crescita urbanistica davvero monumentale.

Cosa vedere a Salerno

Ora che conosci i retroscena della storia di Salerno, è il momento di scoprire cosa vedere in questa particolare città.

Castello Arechi

Castello Arechi
Castello Arechi dall’alto

Il Castello di Arechi si trova proprio sopra la città di Salerno e offre la migliore vista a 300 metri di altezza. La struttura è tipicamente medievale, ma la sua fama venne riconosciuta un secolo dopo, grazie al principe Arechi II che ne sfrutta la struttura per difendere Salerno dagli attacchi.

Oggi il Castello è interamente visitabile e ospita al suo interno anche un interessante museo storico. Per gli eventi importanti si possono anche noleggiare le sue sale, per vivere un’esperienza all’interno di mura che hanno assistito all’evoluzione della città. Sul sito del Castello potrete avere informazioni sui biglietti.

Indirizzo: Località Croce

Acquedotto Medievale

Acquedotto Medievale
Acquedotto Medievale

Nei pressi del Castello di Arechi si può ammirare anche l’acquedotto medievale che forniva acqua al convento di San Benedetto. Si tratta di una sorprendente opera di ingegneria antica risalente al IX secolo, in quanto impiegava l’arco ogivale per condurre l’acqua verso la destinazione.

Secondo la leggenda, fu proprio presso questo acquedotto che sei illustri medici si incontrarono per dare vita alla Scuola di Medicina Salernitana. I quattro erano l’arabo Adela, il greco Ponto, l’ebreo Salino e il latino Salerno. La leggenda è alquanto loquace nello spiegare le diverse culture che hanno fatto parte della storia di Salerno e aiuta a comprendere anche quanto questo acquedotto abbia avuto un grande ruolo nella storia della città.

Indirizzo: Via Fiera Vecchia

Duomo di Salerno

Duomo di Salerno
Duomo di Salerno

Il Duomo di Salerno, o chiesa di San Matteo, è sorprendente sia fuori che dentro. Presenta una facciata barocca con un quadriportico che ricorda quello di Sant’Ambrogio a Milano. Questo portico è uno dei pochi esempi di Architettura Mediterranea, in cui lo stile antico si confonde con quello arabeggiante, sorprendendo tutti i visitatori.

All’interno si notano opere barocche e si può scendere nella cripta dove sono conservate le spoglie di San Matteo. Sia nella parte interna che esterna si comprendono le varie influenze provenienti dai popoli invasori che hanno abitato per secoli Salerno. La cattedrale infatti risulta un’unione di stili, dal romanico al normanno, dal barocco all’arabo.

Indirizzo: Piazza Alfano I

Complesso Monumentale di Santa Sofia

Il complesso monumentale di Santa Sofia si trova a pochi passi dalla Cattedrale di San Matteo, in Piazza Abate Conforti. La struttura risale al X secolo e in origine vi risiedevano i monaci benedettini devoti a Santa Sofia. Oggi il complesso è stato completamente ristrutturato ed è diventato un centro di cultura, in cui ammirare opere d’arte di famosi pittori come Caravaggio, Warhol o anche Picasso, ma anche per organizzare eventi di tipo culturale e religioso.

Questo luogo merita una visita per la sua bellezza ma anche perché c’è sempre un evento da scoprire ogni settimana.

Giardini della Minerva

Il giardino della Minerva si trova presso la Scuola Medica Salernitana, di cui parleremo tra poco. Si raggiunge semplicemente passeggiando nel centro storico della città e si tratta del primo orto botanico d’Europa. Nell’antichità veniva infatti usato per coltivare quelle piante che sarebbero state poi impiegate per esperimenti e preparazioni di tipo farmaceutico.

Oggi il giardino è interamente visitabile e consigliamo di fermarsi nella tisaneria centrale, dove si possono gustare meravigliosi infusi e ammirare la bellezza del Golfo di Salerno.

 Indirizzo: Vicolo Ferrante Sanseverino, n° 1, 84121

Villa Comunale

Villa Comunale
Villa Comunale

La Villa Comunale di Salerno è certamente nota per via della sua importanza per quanto riguarda eventi della città, di cultura e divertimento, ma anche per il suo grande giardino. Questo riprende un po’ i motivi e le piante dei Giardini della Minerva, che non si trovano molto lontano da questo interessante sito.

Nel mese di Aprile si svolge la tradizionale “Mostra di Minerva”, in cui si avvicinano i visitatori al mondo della botanica. Qui avviene anche parte della manifestazione Luci di Artista, in cui artigiani esperti mettono in mostra le loro creazioni offrendo un’atmosfera magica al giardino.

Indirizzo: Via Roma, 84100

Lungomare Trieste

Lungomare Trieste
Lungomare Trieste

Nonostante il nome, non dobbiamo farci ingannare: il Lungomare Trieste è uno dei più belli di Italia e si trova proprio a Salerno. Si tratta di un viale formato da tre vie parallele che costeggia il mare per ben due chilometri. 

Il Lungomare Trieste collega il porticciolo Masuccio alla spiaggia Santa Teresa ed è l’ideale per gli amanti del sole e dello sport. Lungo la via c’è la Stazione Marittima di Salerno dalla quale si possono prendere traghetti diretti alle isole di Capri e Ischia o verso altre zone della Costiera Amalfitana e del Cilento.

Museo Archeologico Provinciale di Salerno

Museo Archeologico Provinciale di Salerno
Museo Archeologico Provinciale di Salerno

Il Museo Archeologico Provinciale, aperto nel 1927 nel complesso storico di San Benedetto, è un’interessante tappa per conoscere la storia del nostro Paese dalla preistoria all’età romana. Reperti, statue, monete e molto altro sono ospiti di questo museo che vale proprio la pena visitare. 

Interessante è soprattutto il lapidario che si trova nel giardino che raccoglie reperti lapidei di epoca romana. Questa parte del museo è ciò che lo rende davvero unico e imperdibile, così come la sua sorprendente location.

Indirizzo: Via S. Benedetto, 28

Centro Storico e Via Mercanti

Centro Storico di Salerno
Centro Storico di Salerno

In centro a Salerno si trovano le vie più affollate e vive della città. Non mancano ovviamente negozi, bar, ristoranti e locali dove poter vivere appieno sia il giorno che la notte salernitana. La zona è tutta pedonale e si trova parallela al mare.

Via dei Mercanti è invece la parte più antica di Salerno. La storia di questa via è davvero longeva, in quanto affonda le sue radici nel periodo longobardo, quando veniva impiegata come arteria di scambio delle merci.

Oggi la via ospita negozi e botteghe e si percorre per raggiungere lo spettacolare duomo di Salerno.

Complesso di San Pietro a Corte

Il complesso di San Pietro in Corte si trova presso via dei Mercanti, all’altezza del Larghetto San Pietro a Corte. In origine si trattava di un complesso termale romano, poi trasformato in una piccola chiesa con annesso un cimitero. Quando Arechi II prese il controllo di Salerno, trasformò questa struttura in una Cappella Privata dedicata ai Santi Pietro e Paolo e di uso esclusivo.

Dopo il principe, fu usata per la proclamazione delle lauree della scuola di medicina, ma anche per altri eventi laici. Assunse nel corso dei secoli il ruolo di chiesa, a cui venne annesso un campanile ed è oggi uno dei luoghi più interessanti di Salerno.

Indirizzo: Larghetto S. Pietro a Corte, 8

Scuola Medica Salernitana

Scuola Medica Salernitana
Rappresentazione della Scuola Medica Salernitana

La scuola Medica Salernitana è considerata la prima università di Medicina d’Europa. La scuola sarebbe nata dall’idea di pochi medici della zona, un tempo considerati come veri e propri maestri del benessere e della vita. Correva probabilmente l’anno 1000 dopo Cristo.

Di fronte alla scuola si estende il già citato Giardino della Minerva, che consigliamo di visitare per un’immersione tra le piante che hanno svoltato il nostro modo di intendere la salute e il benessere. Il giardino merita una visita non solo per l’atmosfera green, ma anche per la bellezza dei paesaggi offerti sul Golfo di Salerno.

 Indirizzo: Via Mercanti 74

Palazzo Fruscione

Il palazzo Fruscione si trova nel centro storico di Salerno e oggi è sede di importanti eventi che interessano la città. La struttura risale al XIII secolo su richiesta di Giovanni da Procida. Durante il corso della storia subì molte ristrutturazioni, ma si possono notare i dettagli della sua architettura che rimandano in parte all’età normanna e in parte a quella angioina.

Indirizzo: Vicolo Adelberga, 19

Chiesa di San Giorgio

Chiesa di San Giorgio
Cupola della Chiesa di San Giorgio

La chiesa di San Giorgio di Salerno è tra le più belle della città e vanta una struttura squisitamente barocca. La chiesa si trova in via Duomo, non molto lontano, come si intuisce, dalla Cattedrale di San Matteo. 

La struttura rientra tra le prime erette dai monaci, in particolare quelli longobardi. La chiesa potrebbe infatti risalire al IX secolo. Il suo aspetto, per come lo conosciamo oggi, risale all’ultima ristrutturazione drastica, ultimata nel 1862.

Indirizzo: Via Duomo, 19, 84121 Salerno SA, Italy

Stazione marittima di Salerno

Stazione marittima di Salerno
Stazione marittima di Salerno

La stazione marittima di Salerno si trova nel porto commerciale della città di Salerno. L’edificio a forma di ostrica proiettato verso il mare presenta forme curve e strutture allungate con molteplici punti prospettici. La stazione marittima è destinata a diventare uno dei simboli della città di Salerno e rappresenta il forte legame che unisce la città di Salerno al mare.

Cosa vedere nei dintorni di Salerno

Ora che sai cosa vedere a Salerno, è il momento di conoscere da vicino i suoi splendidi dintorni.

Costiera Amalfitana

Salerno si trova vicino alla Costiera Amalfitana, una delle zone marittime più belle al mondo. Se si passa dalla città, è meglio trovare un po’ di tempo per visitare anche i piccoli borghi della Costiera e godere dei panorami indimenticabili.

Vietri, Amalfi, Ravello, Positano, Cetara, Furore sono tutte zone che assolutamente non bisogna perdersi. Si possono raggiungere facilmente in auto, oppure con il bus o anche tramite imbarcazioni. Questi luoghi racchiudono la tradizione campana più vera e sono tra i più amati sia dagli italiani che dai turisti.

Il Cilento

Non solo la Costiera Amalfitana è piena di fascino, ma anche il Cilento, zona di cui Salerno fa parte e che racchiude meravigliose spiagge, siti archeologici, paesaggi naturali e piccole cittadine da non perdere.

La zona si estende da Agropoli e finisce a Sapri e racchiude in sé un rigoglioso Parco Nazionale con tutte le caratteristiche mediterranee. In alcune zone sembra quasi di essere in Grecia. Vi sono infatti molti siti archeologici con tanto di templi ancora parzialmente intatti, come Paestum, assolutamente da immortalare in tanti bellissimi scatti.

Parco Regionale Monti Picentini

Il Parco dei Picentini è un polmone verde che comprende la zona montuosa dei Monti Picentini campani e che ospita tanti interessanti siti per fare sport, stare a contatto con la natura, mangiare bene e godersi la montagna. Già, perché Salerno non è solo mare.

Non mancano piccoli paesini, borghi, panorami, ristoranti, bar e luoghi di culto per conoscere un volto meno noto della Campania ma comunque molto affascinante.

Fai le valigie e scopri Salerno con i suoi dintorni! Le cose da vedere a Salerno sono davvero numerose e speriamo di trovarti presto in questa favolosa zona.

Quanto utile hai trovato questo articolo?

Vota qui

Voto medio 0 / 5. 0

Ci dispiace tu non abbia trovato l'articolo utile.

Dicci cosa ne pensi.

Come possiamo migliorare e cosa ti aspettavi?