Cosa vedere a Capri: 16 attrazioni da non perdere

Cosa vedere Capri

Stai per recarti a Capri ma ancora non sai cosa visitare. Capri è una piccola isola del sud Italia, che si trova di fronte alla regione Campania. Questa zona è iconica per via della Dolce Vita italiana, per i film degli anni ‘60 che mostravano una condizione di benessere e bellezza di tutti coloro che abitavano o visitavano quest’isola.

Capri ancora oggi mantiene vivo il suo fascino e attira ogni anno milioni di turisti. Visto questo grande movimento, le attività da svolgere non mancano. In questo articolo, vogliamo proprio parlare di Capri: cosa vedere e come trascorrere del tempo di qualità in questa bellissima isola.

Faraglioni di Capri

Il punto più iconico di Capri è certamente quello dei Faraglioni. Saetta, Stella e Scopolo sono i nomi delle tre enormi rocce che emergono dalle acque del Golfo. Sono il simbolo dell’isola e si trovano vicino a Marina Piccola, una spiaggia ideale per chi ama le immersioni. Infatti, l’acqua è da subito profonda e consente di ammirare i fondali.

I Faraglioni si trovano a sud dell’isola e sono degli enormi scogli che si possono ammirare anche da vicino con divertenti gite in barca. Se invece desideri ammirarli dall’isola, ti consigliamo di recarti in Via Tragara, da cui si possono scattare meravigliose foto.

La Grotta Azzurra di Capri

La Grotta Azzurra, o Grotta Blu, prende il suo evocativo nome dal colore delle sue acque. Una gita in questa grotta è davvero imperdibile, soprattutto nelle giornate particolarmente soleggiate. Infatti, la luce del sole crea un effetto ottico incredibile: l’acqua sembra essere illuminata dal fondale di una luce blu intensa.

Per entrare nella Grotta Azzurra serve una piccola imbarcazione, in quanto l’apertura è molto piccola e lo spazio limitato. Si consiglia dunque di affidarsi a uno dei marinai o tour operator che si possono incontrare sull’isola.

Monte Solaro 

Il Monte Solaro spicca nell’isola di Capri e la sua vetta è la zona più alta da cui si possono ammirare tutti i dintorni. La cima si può raggiungere a piedi attraverso un lungo sentiero di trekking, oppure mediante la seggiovia, che impiega poco più di 10 minuti per portare sulla parte più alta della zona.

Da qui, nelle giornate limpide, si possono ammirare anche Amalfi e Sorrento. Una meta che consigliamo, non molto nota ai turisti, è Cetrella, ai piedi del Monte Solaro, che offre scorci poco conosciuti ma sbalorditivi dell’isola di Capri.

Piazzetta Umberto I

La Piazzetta di Capri, ovvero Piazza Umberto I, è una zona mondana dell’isola dove si possono trovare boutique di brand internazionali, ma anche negozi artigianali, botteghe, supermarket, locali, bar e ristoranti. Questa zona è molto frequentata dai turisti, ma anche dai VIP che decidono di godersi un momento di italianità nella bellissima Capri.

Quindi, se decidi di visitare l’isola in alta stagione, aguzza bene la vista, perché potresti incontrare delle star internazionali. Questa zona molto glamour merita una visita almeno una volta in quanto è il cuore pulsante di Capri e sede di ottimi ristoranti dove godersi la vera cucina italiana.

Passeggiata e panorama a Villa Lysis

Villa Lysis è una villa che si trova nella parte settentrionale dell’isola di Capri, in via Lo Capo. Non è molto nota ai turisti e non viene spesso indicata nelle guide più diffuse su cosa fare a Capri.

La villa si raggiunge in bus o a piedi, in 45 dalla Piazzetta mediante una salita. Quindi, mi raccomando, se decidi di essere attivo e atletico, indossa scarpe comode! La villa del 1904 ti attende, con i suoi interni maestosi e sbalorditivi. Entrare costa solo due euro ed è una visita che vale la pena affrontare.

Nel corso degli anni fu punto di ritrovo di molti artisti e cultori d’arte e i suoi interni mantengono il fascino d’altri tempi.

Anacapri

Anacapri è un borgo situato alle pendici del Monte Solaro, meta glamour scelta da moltissimi VIP. Qui si possono infatti ammirare numerose ville, tra cui quella dello scrittore e psichiatra svedese Axel Munthe. 

Questa, chiamata anche Villa San Michele, come vedremo tra poco, ospita un museo archeologico davvero interessante. Vicino alla Villa, è possibile ammirare anche la bellissima chiesa di San Michele, nota per il suo iconico pavimento risalente al 1761 e progettato da Leonardo Chiaiese.

Anacapri non è solo bellissimi panorami e cultura, ma anche mondanità, in quanto si tratta di una zona viva e ricca di locali e bar.

Le spiagge di Capri

Capri non è solo cultura e paesaggi mozzafiato, ma è anche spiagge e divertimento. In queste distese rocciose e accoglienti vengono spesso a godersi il sole anche i VIP provenienti da tutto il mondo.

Oltre a Marina Grande e a Marina Piccola, che conosceremo tra poco, ci sono piccole calette disposte intorno a tutta l’isola. Se sei un amante della sabbia, allora il mare di Capri non fa per te. L’isola offre infatti scenari scogliosi che consentono di immergersi nelle acque blu e ammirare i fondali.

A Capri la maggior parte delle spiagge è privata, ben attrezzata e perfetta per godersi il relax dell’isola.

Marina Grande e Marina piccola

Mentre Marina Grande si trova vicino al porto turistico dell’isola, dove attraccano ogni giorno molti aliscafi e barche, Marina Piccola si trova proprio di fronte ai Faraglioni. Nonostante la vicinanza al porto, a Marina Grande l’acqua è sempre pulita ed ecco perché è molto affollata in tutte le ore estive.

La spiaggia di Marina Grande è perfetta per famiglie con bambini, facilmente accessibile a piedi e ben attrezzata. Marina Piccola è una spiaggia divisa in due, attrezzate e ricche di servizi. In questa zona si possono ammirare i Faraglioni ma anche la chiesetta di Sant’Andrea e lo scoglio delle sirene.

Giardino e panorama di  Villa San Michele

Dalla Piazzetta di Capri è possibile prendere un bus che conduce nell’interessante zona di Anacapri, alle pendici del Monte Solaro. Il piccolo paese è ricco di scorci inconfondibili ed è caratterizzato da piccole case, viuzze e da una vegetazione formata da bouganville. Da qui è possibile prendere la funivia e salire sul Monte, oppure visitare l’iconica Villa San Michele.

Villa San Michele è un museo che raccoglie reperti archeologici che raccontano la storia più remota dell’isola di Capri. Se non si desidera visitare il museo, è comunque consigliato recarsi in questa attrazione per ammirare il bellissimo panorama e il giardino curato nei minimi dettagli.

Belvedere di Via Tragara

Dalla Piazzetta di Capri è possibile percorrere Via Camerelle, nota per i suoi bellissimi negozi. Camminando lungo questa via, si arriva poi alla famosa via Tragara, conosciuta per il suo Belvedere sui Faraglioni e sulla costa caprese. La camminata per raggiungere questo luogo magico non è semplice, soprattutto nei giorni particolarmente afosi. Tuttavia, vale la pena indossare scarpe comode e mettersi in attività.

Da qui si possono scattare meravigliose foto e respirare l’aria pulita di Capri. Non si può visitare l’isola senza fermarsi almeno una volta in questa zona eccezionale, un punto privilegiato per scoprire questa favolosa isola al largo del Golfo di Napoli.

Giardini d’Augusto

I Giardini di Augusto si raggiungono attraverso un’iconica passeggiata che comincia dalla Piazzetta e conduce fino a una serie di terrazze fiorite per ammirare una parte dell’isola di Capri davvero suggestiva.

Questa passeggiata si può fare percorrendo la famosa via Krupp, una discesa ricca di curve scavata nella roccia, che consente anche di ammirare i Faraglioni da un’altra prospettiva e godersi il sole di Capri.

Purtroppo, questa strada non è sempre aperta, in quanto il rischio frane è elevato. I Giardini di Augusto, invece, si possono visitare tutto l’anno, ma in alta stagione sono a pagamento.

Via del Pizzolungo

Via del Pizzolungo è una zona che offre una delle passeggiate più caratteristiche di Capri. Non è molto nota ai turisti, che preferiscono la zona di Tragara. Tuttavia, il paesaggio è fenomenale e si può godere della vista in tutta tranquillità. Per questo consigliamo di non perdertela.

La passeggiata immerge il visitatore nella natura e gli consente di incrociare delle ville imponenti e alcune zone di belvedere per scattare bellissime foto. La passeggiata può durare dalle 2 alle 3 ore e si è arrivati quando si raggiunge il famoso Belvedere di Tragara.

Faro di Punta Carena

All’estremità sud-occidentale dell’isola si trova la spiaggia più frequentata dai capresi, ovvero Lido del Faro di Punta Carena vicino ad Anacapri. Qui si può fare il bagno in una profonda piscina naturale circondata da rocce, in una location suggestiva e indimenticabile. Si tratta del luogo ideale per scattare bellissime foto e ammirare i più bei tramonti dell’isola.

Vicino alla spiaggia c’è un Faro che attira tutta l’attenzione. Si tratta di uno dei fari più antichi del Mediterraneo (acceso nel 1867) e il secondo faro illuminato più grande d’Italia. Una visita a questa zona dell’isola è davvero imperdibile per la sua bellezza.

Scala Fenicia

La Scala Fenicia collega Marina Grande ad Anacapri attraverso 921 gradini molto ripidi. Il nome potrebbe ingannare: non si tratta di una strada creata dai Fenici, ma di origine greca. Consigliamo di indossare scarpe comode e di percorrere questa scalinata, in quanto consente, non solo di fare attività fisica, ma anche di raggiungere Villa San Michele potendo ammirare il bellissimo panorama di Capri.

Casa Malaparte

Villa Malaparte è un’abitazione privata che sorge su un promontorio roccioso, ideata da Curzio Malaparte, che rimase affascinato dalla visione della Villa di Munthe. Immersa nell’ambiente naturale, la villa è un ottimo esempio di architettura moderna. 

La villa venne realizzata in modo che fosse isolata dal resto di Capri e offrisse tranquillità al suo esigente proprietario. La casa appare in molti film ed è oggi visitabile. 

Belvedere Cannone

Altra zona per vedere Capri, rimanendo senza fiato, è quella del Belvedere Cannone, che offre un panorama esclusivo sui Faraglioni. La zona collinare è rialzata rispetto al mare e consente di ammirare non solo gli iconici scogli, ma anche il mare cristallino.

Si raggiunge facilmente dalla Piazzetta, passando per via Madre Serafina e passando accanto alla chiesa del SS. Salvatore e il chiostro del Convento delle Teresiane. Vedrai, rimarrai senza fiato!

Ora che sai cosa vedere a Capri, è il momento di partire. Noi non vediamo l’ora di sapere quanto ti innamorerai di quest’isola!

Breve Storia di Capri

Cominciamo a conoscere un po’ più da vicino la bellissima Capri attraverso una breve panoramica sulla sua storia. L’isola di Capri fu abitata fin dalla Preistoria, come testimoniano i resti rinvenuti dagli scavi archeologici.

In epoca Greca e Romana, la zona del Golfo di Napoli fu oggetto di leggende, in quanto sede delle pericolose sirene. Nonostante questo, l’attività commerciale era molto fiorente e la zona vedeva mercantili raggiungere le coste e allontanarsi con molti prodotti. In questo movimento, Capri non ricopriva un ruolo molto importante.

Dopo secoli di rappresaglie e saccheggi, l’isola cadde nelle mani degli spagnoli e poi dei Borboni. Per molto tempo la zona fu divisa in due amministrazioni per via delle sue caratteristiche geografiche che hanno sempre creato una spaccatura tra nord e sud. Oggi, però, dal 1927, l’isola è tornata a esistere sotto un’unica amministrazione comunale.

Quanto utile hai trovato questo articolo?

Vota qui

Voto medio 0 / 5. 0

Ci dispiace tu non abbia trovato l'articolo utile.

Dicci cosa ne pensi.

Come possiamo migliorare e cosa ti aspettavi?