Museo del tesoro di San Gennaro 

museo del tesoro di san gennaro

Il Tesoro di San Gennaro racconta la straordinaria storia che lega Napoli al suo santo patrono. Nell’arte sacra, la cappella delle reliquie viene chiamata Tesoro, ma ospita anche un raro patrimonio di manufatti devozionali in oro, argento, bronzo e pietre preziose.

Questi tesori sono stati donati a San Gennaro nel corso degli anni da cittadini e re napoletani e stranieri.

Ti può interessare: I 15 più interessanti musei a Napoli

Cosa vedere al Museo del Tesoro di San Gennaro

Nel Museo sono esposte le donazioni ricevute dal Patrono della città nell’arco di sette secoli. Si tratta di autentiche opere d’arte, conservate finora dalla Deputazione della Real Cappella del Tesoro, l’antica istituzione fondata nel 1527: gioielli, busti, statue, ostensori, dipinti, pregiati tessuti e altro dal valore inestimabile.

Data la vastità del Tesoro, il Museo ha carattere permanente, proponendo ogni anno un tema diverso. Si inizierà con gli Argenti, circa settanta capolavori dell’artigianato napoletano a cavallo fra il XIII e il XVIII secolo.

Del percorso museale fanno parte anche le tre sacrestie secentesche della Real Cappella del Tesoro appena restaurate, con dipinti di Massimo Stanzione, Luca Giordano, Farelli e Falcone.

Contatti e Informazioni

Indirizzo: via duomo 149
telefono: 081 294980
sito web: www.museosangennaro.it

orario: lun-dom 9.00-17.30

Biglietti

Come arrivare al museo

Con una propria entrata indipendente, è attiguo alla Basilica del Duomo di Napoli e alla Real Cappella del Tesoro ed è inserito in uno degli itinerari storici più antichi della Città partenopea.

Con metrò L1: fermata Duomo
Con metrò L2: fermata Piazza Cavour
Dalla stazione centrale anche a 10 minuti a piedi.

Quanto utile hai trovato questo articolo?

Vota qui

Voto medio 0 / 5. 0

Ci dispiace tu non abbia trovato l'articolo utile.

Dicci cosa ne pensi.

Come possiamo migliorare e cosa ti aspettavi?